Presentato a Milano il rapporto Coop 2012

Milano – È stato presentato oggi a Milano il rapporto Coop 2012 ‘Consumi e distribuzione’. “Un rapporto difficile”, spiega Enrico Migliavacca, vicepresidente vicario Ancc-Coop (Associazione nazionale cooperative di consumatori). “Il quadro che emerge è drammatico. Se nel 2007 il reddito procapite degli italiani era pari al 91% di quello tedesco, nel 2011 siamo scesi all’84% e il 25% delle famiglie è costretto a indebitarsi pur di andare avanti. Inoltre, gli italiani danno al proprio livello di felicità un giudizio appena sufficiente, inferiore a molti altri paesi europei”.

Gli fa eco Vincenzo Tassinari (nella foto), presidente del Consiglio di Gestione di Coop Italia: “Già si colgono le avvisaglie di un’ulteriore tempesta in arrivo per il 2013, con un’inflazione in crescita, che potrebbe raggiungere i livelli del 2007/2008. Inoltre, registriamo rincari dei listini che sfiorano il 5%, un dato che si aggiunge alla perdita di acquisto dei consumi degli italiani”. Vincenzo Tassinari auspica poi un intervento da parte dell’esecutivo: “Di fronte a un mutamento strutturale dei consumi è necessario un cambio di prospettiva. È inderogabile un patto anti-inflazione concordato tra Governo e imprese dell’industria e della distribuzione, che ha lo scopo di neutralizzare in tutto e almeno in parte i rincari incombenti e che aiuti i 20 milioni di famiglie italiane a reddito medio basso e medio, quelle maggiormente colpite”. (PF)


ARTICOLI CORRELATI