Scontro in casa Ambrosoli: contestato l’operato del presidente

Ronago (Como) – E’ scontro in casa G.B. Ambrosoli, l’azienda comasca di proprietà dell’omonima famiglia che produce miele e derivati da oltre un secolo. Secondo il Corriere della Sera, a essere sotto accusa è la gestione del presidente e amministratore delegato 82enne, Alessandro Ambrosoli. Nonostante il calo di fatturato registrato negli ultimi tre anni (da 28,4 a 24,6 milioni di euro), principalmente dovuto al contesto di mercato, la società è solida e con pochi debiti. Lo scorso dicembre, però, il consiglio ha approvato un piano di riorganizzazione e sviluppo, le cui modalità sono state criticate dai figli del presidente: Mario, Gianfranco e Maria Pia. Tramite i legali, i tre contestano il bilancio e alcuni atti di gestione, oltre ad aver presentato formalmente una denuncia al collegio sindacale per fatti ritenuti censurabili. Per capire le sorti della lite (e della famiglia) bisognerà aspettare la prossima assemblea del 3 settembre.


ARTICOLI CORRELATI