Tenute Piccini: accordo con Banca Ifis per far crescere la filiera vitivinicola

Castellina in Chianti (Si) – L’azienda toscana Tenute Piccini fa squadra con Banca Ifis per far crescere la filiera vitivinicola. Siglato lo scorso 19 giugno un accordo grazie al quale verrà garantito un nuovo rapporto per la gestione dei pagamenti per la consegna dell’uva, facilitando l’accesso al credito per le imprese agricole fornitrici coinvolte. L’operazione prevede la cessione totale delle fatture derivanti dalla consegna dell’uva al termine della stagione e il loro pagamento da parte di Banca Ifis alle scadenze concordate. La collaborazione porterà̀ benefici a tutto il comparto del Chianti, zona di produzione chiave per l’azienda della famiglia Piccini. In particolare, l’intesa garantirà sicurezza di incasso da parte dei fornitori, scadenze di pagamento definite e tempi di incasso per i fornitori ridotti rispetto al passato. “Supporto e sicurezza finanziaria per gli agricoltori ma anche intensificazione del rapporto di collaborazione con i conferitori, facilitazione nel controllo e tracciabilità delle uve, sono aspetti che consideriamo davvero importanti”, afferma Mario Piccini. “Perciò l’accordo con Banca Ifis è per noi un investimento prezioso, che può assicurarci stabilità e sicurezza lungo tutta la filiera produttiva. Guardando al futuro, inoltre, la collaborazione potrebbe includere la gestione dei vigneti dei produttori che lo richiederanno”.

 

In foto, Mario Piccini insieme al figlio Michelangelo.


ARTICOLI CORRELATI