Ucima: fatturato a 6,6 miliardi di euro per il packaging italiano (+6,6%). L’export vale l’80%

Modena – Un fatturato oltre 6,6 miliardi di euro, in crescita del +6,6%, con l’export che vale l’80% delle vendite. Questi alcuni dei dati sul 2016 presentati da Ucima (Unione costruttori italiani macchine automatiche per il confezionamento e l’imballaggio) durante la conferenza stampa di oggi. Le aziende attive nel settore sono 601, contro le 588 del 2015, e gli occupati sono cresciuti del +6,2%. Molto dinamico il mercato italiano, che supera 1,3 miliardi di euro di fatturato e fa registrare un +9,8% rispetto al 2015. L’Ue resta il principale mercato di destinazione (assorbe il 37,2% del fatturato totale, con una quota di 1,97 miliardi di euro), al secondo posto si posiziona l’Asia (23,4%) e al terzo il Nord America (11,2%), seguito dal Sud America (9,6%). Il comparto food&beverage è il principale settore di sbocco. Nel corso dell’evento, il presidente di Ucima Enrico Aureli ha dichiarato: “Siamo molto fiduciosi che anche nel 2017 il nostro settore vedrà confermato il trend di crescita in atto da alcuni anni. I primi dati disponibili, relativi al primo trimestre dell’anno, registrano una crescita del +13% del fatturato di settore”.

Da sinistra: Enrico Aureli, presidente; Paolo Gambuli, direttore; Giampaolo Crasta, responsabile marketing e comunicazione


ARTICOLI CORRELATI