Un 2013 in crescita per il Soave, che prospetta una buona vendemmia

Soave – Tutti dati positivi quelli che emergono dall’osservatorio economico del Consorzio di tutela del Soave relativi ai primi sei mesi del 2013. Confermata una tendenza in crescita per l’imbottigliato sia nel Soave Doc (oltre 320mila ettolitri per una crescita che supera il 3%) che nel Soave Classico (che ha già raggiunto i 60mila ettolitri di imbottigliato e fa prevedere il “tutto esaurito” entro dicembre). Mentre per fine anno le due Docg – Soave Superiore e Recioto di Soave -dovrebbero toccare rispettivamente le 400mila e le 200mila bottiglie. “È un buon momento per il Soave”, commenta Arturo Stocchetti, presidente del Consorzio. “In un contesto economico non certo facile gli indicatori trasmettono grande fiducia a tutti i nostri produttori. Anche la situazione in vigna fa prevedere una vendemmia posticipata ma di grande qualità visto l’andamento stagionale particolarmente favorevole per i vini bianchi. Ricordiamo inoltre che dal primo di gennaio 2014 tutte le tipologie della denominazione utilizzeranno la fascetta di Stato come strumento strategico per completare il processo di certificazione bottiglia per bottiglia”.


ARTICOLI CORRELATI