Univendita/Pozzoli: “L’aumento dell’Iva? Altro che Caporetto, sarà una Waterloo”

Milano – Anche Luca Pozzoli, presidente di Univendita (Unione italiana vendita diretta), interviene in merito all’aumento dell’Iva voluto dal Governo e previsto per il mese di ottobre. Con una nota diffusa oggi, Pozzoli dichiara: “Il Governo faccia marcia indietro. L’aumento dell’Iva previsto per ottobre distruggerà anche quel poco di consumi che ancora oggi continuano a reggere. L’Istat ha certificato un ritorno dei consumi italiani ai dati del 1998. Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ha criticato la scelta di pareggiare le minori entrate fiscali con l’aumento dell’Iva; il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli ha detto chiaramente che ci troveremo di fronte a una Caporetto se il Governo non dovesse cambiare idea sull’Iva introducendo, al contrario, una vera e propria chirurgia ricostruttiva. Se il Governo Monti non dovesse ripensare a questa manovra, altro che Caporetto, ci troveremo di fronte a una Waterloo. Perché anche quei pochi comparti che ancora crescono, come quello della vendita diretta a domicilio, si troveranno di fronte un nemico subdolo impossibile da sconfiggere”. (NC)


ARTICOLI CORRELATI