Verso l’accorpamento delle Camere di commercio. Da 105 a 60 in un anno

Roma – Tempi brevi per la riforma delle Camere di commercio. Lo scorso 28 agosto è entrata, infatti, in vigore la legge 124/2015, che permette al governo di intervenire per il riassetto del sistema camerale. L’esecutivo avrà ora un anno di tempo per adottare un decreto legge ad hoc. Secondo quanto riportato da corriere.it, il riassetto dovrebbe prevedere una decisa riduzione degli enti camerali, che passeranno da 105 a 60 (o addirittura 50). La razionalizzazione prevede che soltanto le Camere di commercio con una soglia dimensionale minima di 75mila imprese iscritte possano continuare ad essere operative. Previsto anche un taglio delle spese a carico delle imprese, che saranno ridotte del 35% nel 2015, del 40% nel 2016 e del 50% dal 2017, rispetto agli importi dell’anno scorso.

Nella foto: Palazzo Giureconsulti, sede della Camera di commercio di Milano


ARTICOLI CORRELATI