Vino: sequestri in Sicilia e in Puglia per un valore superiore ai 3,7 milioni di euro

Roma –  Sono state effettuate nei giorni scorsi due importanti operazioni da parte dell’Icqrf (l’ispettorato Repressione frodi) e dai Nac (Nucleo antifrodi carabinieri), in Sicilia e in Puglia, per contrastare le frodi nel settore vitivinicolo e che hanno portato a sequestri per un valore di oltre 3,7 milioni di euro. In particolare, nel corso dell’azione svolta in Sicilia, sono stati sequestrati oltre 1.150.000 chili di succhi d’uva concentrati bianchi e rossi, illecitamente detenuti presso uno stabilimento che effettua la vinificazione, nonché 170mila chili di mosto concentrato biologico non giustificato dalla documentazione contabile, per un valore complessivo di quasi 3 milioni di euro. L’operazione pugliese, invece, ha portato a due sequestri di prodotti vitivinicoli illegali per un valore complessivo di 865mila euro. Immediato il commento del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Mario Catania: “Anche gli ultimi ingenti sequestri testimoniano l’efficacia del sistema dei controlli e della cooperazione tra gli Organismi di controllo. È un’assoluta priorità di questo Governo contrastare ogni forma di illegalità e, in questo caso specifico, salvaguardare un prodotto d’eccellenza come il vino, garantendo la leale concorrenza sul mercato”. (ML)


ARTICOLI CORRELATI