Antitrust-Gdo: 680mila euro di sanzioni per il reso a carico dei panificatori

Roma – Sanzioni per 680mila euro a Coop Italia, Conad, Esselunga, Eurospin, Auchan e Carrefour. E’ il risultato delle sei istruttorie che l’Antitrust ha concluso nei confronti dei principali operatori nazionali della Gdo per aver imposto ai fornitori l’obbligo di reso del pane fresco rimasto invenduto. Il presidente dell’Agcm, Roberto Rustichelli, nella sua prima relazione annuale, ha spiegato che l’obbligo di reso – che impone al panificatore di ritirare a fine giornata l’intera quantità di prodotto rimasta invenduta sugli scaffali, restituendo all’acquirente il prezzo corrisposto per l’acquisto o scalandone il prezzo dall’acquisto successivo – è stato ritenuto un comportamento scorretto. “Il provvedimento, in particolare, è stato preso in applicazione di una norma del 2012 che prevede, per le relazioni commerciali tra operatori della filiera agroalimentare, una disciplina speciale volta a tutelare i contraenti più deboli”, ha aggiunto Rustichelli.


ARTICOLI CORRELATI