La tutela dell’ambiente entra nella Costituzione italiana

2022-02-14T10:58:12+01:0010 Febbraio 2022 - 17:42|Categorie: Bio|Tag: , , , , |

Roma – L’8 febbraio 2022, l’Aula della Camera ha definitivamente approvato la proposta di legge costituzionale che modifica gli articoli 9 e 41. Inserendo la tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi tra i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica italiana. Il testo, alla seconda lettura a Montecitorio, è passato con 468 voti a favore, uno contrario e sei astenuti. Dopo essere stato approvato con la maggioranza dei due terzi dal Senato lo scorso 3 novembre. La legge entra, quindi, subito in vigore e non è sottoponibile a referendum. Nell’articolo 9 era già contenuta la tutela del patrimonio paesaggistico e del patrimonio storico e artistico della Nazione. Con la riforma si attribuisce alla Repubblica anche la tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi. E viene esplicitato un principio di tutela per gli animali. L’articolo 41 prevede ora che la salute e l’ambiente debbano essere tutelati dall’economia. In una nota, il presidente della Camera Roberto Fico, evidenzia: “Si tratta di un passaggio storico. Un segnale chiaro del Parlamento che dovrà essere un faro per il presente e il futuro del nostro Paese”.

Torna in cima