Testo unico del vino: firmato il decreto attuativo

Roma – Il provvedimento relativo al testo unico del vino è stato firmato nei giorni scorsi dal ministro Teresa Bellanova. Da tempo attesto da tutta la filiera vitivinicola, il testo stabilisce caratteristiche, diciture, modalità per la fabbricazione, l’uso, la distribuzione, il controllo e il costo dei contrassegni per i vini a denominazione protetta, nonché le caratteristiche e le modalità applicative dei sistemi di controllo e tracciabilità alternativi. “Con questo decreto”, spiega la Bellanova, “rafforziamo la tutela delle produzioni di eccellenza nazionale, semplifichiamo il processo di acquisizione delle cosiddette fascette, riducendo costi e tempistica, aggiungiamo un ulteriore tassello per confermare il primato della qualità”. Con il decreto si definiscono le caratteristiche della fascetta recante il sigillo della Repubblica, apposta su molti vini a Doc e su tutti i vini a Docg, confermando che la fascetta è di fatto un ‘contrassegno di Stato’, a garanzia delle produzioni di eccellenza nazionali. Il testo introduce alcune misure di semplificazione del processo di acquisizione dei contrassegni e opera una sensibile riduzione dei relativi costi e della tempistica di distribuzione. Nel testo sono previste anche disposizioni per l’attuazione del sistema di controllo e tracciabilità telematico per i vini Doc e Igt, ai sensi dell’articolo 48, comma 8, della legge. L’articolo definisce le caratteristiche e la gestione del sistema di tracciabilità alternativo al sistema delle fascette. 


ARTICOLI CORRELATI