Anas: “La situazione della suinicoltura italiana è critica”

Roma – La suinicoltura italiana sta vivendo una situazione critica. Il settore ha generato una produzione il cui valore è aumentato del 14% rispetto all’anno precedente. Ma, contemporaneamente, anche nel 2011 i costi di produzione si sono mantenuti elevati a causa degli alti livelli dei prezzi delle materie prime per mangimi. La situazione è stata confermata dal presidente di Anas (l’Associazione nazionale allevatori suini) – Andrea Cristini, durante l’assemblea dei soci che si è svolta ieri a Roma. Secondo un’elaborazione Anas, infatti, l’indice dei prezzi dei suini è rimasto stabile negli anni, mentre quello dei costi ha superato del 30% la media dei costi del quinquennio 2006-2010, rendendo la situazione critica. Lo stato attuale si sta traducendo in una contrazione del patrimonio scrofe: nel giugno 2011 il parco scrofe italiano si è ridotto del 7,4% rispetto a giugno 2010 e nel dicembre 2011 dell’1,2% rispetto a dicembre 2010. (ML)


ARTICOLI CORRELATI