Assolatte: +8,4% l’export di formaggi italiani

Milano – I formaggi italiani riscuotono successo sul mercato estero. +8,4% a volume nel primo quadrimestre del 2019 rispetto al 2018, per un valore complessivo di 9,6 milioni di euro (+12,55% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). Lo rivelano i dati di Assolatte, che mettono in luce tendenze particolarmente positive, sia a valore che a volume, per fiore sardo e pecorino romano, gorgonzola, formaggi semiduri, fontina e formaggi grattugiati, che crescono in doppia cifra. Sono però parmigiano reggiano, grana padano e mozzarella (e altri freschi) i formaggi maggiormente esportati. L’Europa continua a essere la principale area di destinazione dei prodotti caseari nostrani, con Germania, Francia e Regno Unito in testa. Mentre mostra segni di ripresa il mercato statunitense, che chiude il primo quadrimestre con +16,6% a valore rispetto allo stesso periodo nel 2018, nonostante il calo fra marzo e aprile. Il Paese importa principalmente parmigiano reggiano e pecorino sardo. Resta, però, l’incognita protezionistica di Donald Trump.  


ARTICOLI CORRELATI