Cantina Orsogna 1964 celebra la Giornata mondiale della biodinamica con il debutto del progetto Babalù

Orsogna (Chieti) – Cantina Orsogna 1964 celebra la Giornata mondiale della biodinamica, l’8 giugno, presentando il progetto di solidarietà che prende forma con il debutto, sul mercato, della linea di vini Babalù. Una gamma che comprende Montepulciano, Primitivo, Pecorino e Pinot Grigio, tutti biologici e biodinamici, personalizzati con i disegni e i sogni dei ragazzi della Fattoria dell’Amicizia Babalù di Sant’Eusanio del Sangro, (in foto) che offre servizi di natura socio-assistenziale e educativa a ragazzi diversamente abili. Dodici etichette per ogni tipologia di vino, su cui campeggiano immagini diverse, mentre ogni tappo riporta la descrizione di un sogno, tutti elaborati dai ragazzi della Fattoria. Parte del ricavato delle vendite di questa linea sarà devoluto proprio al centro Babalù. L’appuntamento, che prenderà il via alle ore 16, sabato 8 giugno, prevede la degustazione dei vini Babalù. Alle ore 18 inoltre, in contemporanea mondiale, i vignaioli di Cantina Orsogna 1964, pionieri in quest’ambito, spruzzeranno un preparato biodinamico proprio per celebrare la ricorrenza.


ARTICOLI CORRELATI