Cantina Sociale di Trento: fatturato a quota 15.560.000 euro

Trento – Cantina Sociale di Trento chiude il bilancio 2017/2018 con un fatturato in crescita a circa 15.560.000 euro. Anche la remunerazione delle uve dei soci registra un incremento attorno al 9%, a fronte di una vendemmia 2017 scarsa (-10%) e dopo una campagna 2016 altrettanto complicata. Un esercizio intenso, quello appena archiviato dalla realtà trentina, e contrassegnato dalla fusione per incorporazione della storica azienda Concilio, deliberata all’unanimità da parte dei soci nell’estate 2018, da molti anni controllata dalla stessa Cantina Sociale di Trento. Il 2019 si apre ora all’insegna di una vendemmia record a livello produttivo, con oltre 110mila quintali di uve conferite nel corso dell’ultima raccolta, e nuovi obiettivi da raggiungere, tra cui vengono segnalati la migliore valorizzazione del lavoro dei soci, la ricerca di sempre maggiore qualità e la tutela dell’ambiente. In particolare, nel corso dell’ultima assemblea, confermato proprio l’orientamento verso un costante impegno nei confronti della sostenibilità ambientale, attraverso i protocolli della produzione integrata (Sqnpi) e di quella biologica, ma anche, senza generalizzazioni, tramite l’uso delle varietà resistenti Piwi.


ARTICOLI CORRELATI