Carni avicole: l’Ue riapre alle importazioni dall’Ucraina

Bruxelles (Belgio) – Da questa settimana i prodotti avicoli ucraini, per i quali era in vigore il divieto di export a causa dell’insorgere di focolai di influenza aviaria nella parte occidentale del Paese, potranno essere nuovamente importati in Europa. La revoca arriva dall’Ue che nei giorni scorsi ha dato il via libera alle esportazioni purchè le carni non provengano dall’area infetta intorno a Bugakiv nella provincia di Nemyriv. La riapertura del mercato consentirà all’Ucraina di utilizzare efficacemente la quota aggiuntiva esente da dazio di 50mila tonnellate di carne di pollame all’anno ottenuta in virtù dell’accordo concluso tra Ue e Ucraina l’anno scorso.


ARTICOLI CORRELATI