Censis: “Consumatori sempre più informati e poco fedeli al punto vendita”

Roma – E’ stata presentata oggi a Roma la ricerca Censis ‘Lo sviluppo italiano e il ruolo sociale della Distribuzione moderna organizzata’. Dall’indagine risulta che il nuovo consumatore è molto informato, poco fedele al punto vendita, in grado di combinare canali d’acquisto fisici e digitali. Il luogo preferito degli acquisti resta la Grande distribuzione: supermercati, ipermercati, centri commerciali, grandi magazzini e grandi superfici specializzate. Il 60,3% degli italiani che si rivolgono alla distribuzione moderna organizzata per fare la spesa alimentare è infedele sia al punto vendita, sia all’insegna della catena: acquista dove più conviene. La quota sale in altri settori come abbigliamento e calzature (74,7%) ed elettronica e telefonia (70%). Inoltre, sono 31,7 milioni gli italiani maggiorenni che nell’ultimo anno hanno letto i giudizi sui prodotti nei social network e nei blog per decidere se e cosa acquistare (10,7 milioni lo fanno regolarmente). Il consumatore, quindi, diventa produttore di informazioni, con 20,4 milioni di italiani (6,2 milioni regolarmente) che hanno pubblicato post su siti o social network con commenti o con il racconto di proprie esperienze relative a prodotti e luoghi della Grande distribuzione. Ci sono poi 30,5 milioni di italiani (8,8 milioni regolarmente) che nell’ultimo anno hanno visto o verificato un prodotto nei negozi fisici e in seguito lo hanno acquistato sul web. Altro dato che emerge dalla ricerca è che la distribuzione moderna accontenta tutti per varie ragioni: innanzitutto per la convenienza, poi risponde alle nuove esigenze di consumi salutisti ed etici, infine offre prodotti di gamma medio-alta. Infatti, 42,2 milioni di italiani (12,9 milioni regolarmente) acquistano nei supermercati vini e formaggi pregiati. In futuro, secondo l’indagine Censis, il consumatore si aspetta di avere una distribuzione moderna con nuovi prodotti e servizi a prezzi competitivi, modalità più semplici e rapide di pagamento, orari più flessibili, offerte recapitate in tempo reale sullo smartphone.