Crescono, in gennaio, le vendite dei prodotti alimentari confezionati

Milano – I dati sui prodotti alimentari confezionati rilevati in gennaio da Iri segnalano una crescita delle vendite a valore del 2,8% e a volume del 2,9%. La performance è stata ottenuta con un punto in meno di pressione promozionale, al 26%. Simili le rilevazioni di Centromarca, che conferma un +3,2% a valore e un +1,6% a volume nel primo mese dell’anno. Secondo Roberto Bucaneve, vice direttore generale di Centromarca, “c’è qualcosa di nuovo, l’interruzione del ciclo deflattivo coincide con la ripartenza dei volumi. Non sappiamo se il dato particolarmente vivace di gennaio sarà confermato nei prossimi mesi: infatti il 2016 si è distinto per l’estrema volatilità del trend”. Più nel dettaglio, Centromarca sottolinea che la vivacità di gennaio si accompagna “a una seppur modesta crescita dei consumi finali: la distribuzione moderna, infatti, rileva un buon trend delle vendite da inizio anno insieme anche alla progressiva diversificazione del mix di acquisto”. Occorre tuttavia notare che il dato aggregato per il grocery “è frutto della polarizzazione degli andamenti nei settori: in decisa crescita nel food con picchi nel confezionato a temperatura ambiente (a valore +7,7% e in quantità +5,4%) e in flessione per le bevande”. Sostanziale tenuta in valore (-0,4%) e flessione del 2% a volume.


ARTICOLI CORRELATI