Diretta Coronavirus/ I Malafronte: una macelleria che lavora bene

San Biagio (Fe) – Come vive la situazione Coronavirus il canale macelleria? Parliamo proprio della piccola macelleria di paese. Sicuramente la situazione è complicata, ma esempi positivi non ne mancano. Eccone uno. I Malafronte. Produttori di salumi con stabilimento a Consandolo (Fe), la famiglia Malafronte ha anche un punto vendita di 220 mq, con tre vetrine, a San Biagio (Fe), vicino a Lavezzola. Una chiacchierata con Mattia Malafronte trasmette subito la sensazione di impegno e dedizione: “Finché non mi danno lo stop continuo a lavorare, come faccio altrimenti? In paese (1.200 abitanti) ci sono solo io. Certo, se prima si andava a lavorare con passione, oggi lo si fa con spirito di servizio. Sembra di andare in guerra. I clienti ci sono, ma la tensione è palpabile”. Il lavoro comunque prosegue senza intoppi: “Abbiamo anche integrato l’offerta con pane, verdura e pasta. E ci siamo organizzati per le consegne a domicilio”. Ma com’è il consumo di carne in questi giorni? “Quando la paura ha iniziato a essere concreta, i clienti hanno fatto scorta. E’ una settimana che abbiamo esaurito le scorte di Black Angus”.

In foto: da sinistra, Mauro e Mattia Malafronte