DIRETTA TERREMOTO
Aiuti, danni e produzione: il Consorzio del parmigiano risponde

Reggio Emilia – Molte persone si stanno mobilitando per sostenere i caseifici colpiti dal terremoto. Nel ringraziare tutti per la solidarietà dimostrata, il Consorzio di tutela del parmigiano reggiano risponde ad alcune delle domande più frequenti:

1 – Quanti sono i danni subiti?

I caseifici ed i magazzini di stagionatura danneggiati dalle scosse di terremoto del 20 e del 29 sono in totale 24. Le scosse sismiche del 29 maggio hanno provocato il crollo di formaggio in quattro strutture in provincia di Mantova, due in provincia di Modena, sei in provincia di Reggio Emilia, danni con problemi di agibilità ad un caseificio in provincia di Mantova e tre in provincia di Modena. Le forme coinvolte in questi nuovi crolli ammontano a 311mila, portando il numero delle forme totali colpite dal sisma a 608mila unità. Sono in corso le operazioni per il recupero del formaggio crollato. Le forme che possono continuare la maturazione per essere stagionate a parmigiano reggiano, vengono trasferite in altri depositi attrezzati per lo scopo. Le forme di formaggio che hanno subito fratture o spaccature vengono trasferite in depositi refrigerati, in attesa della destinazione d’uso adeguata (grattugiato generico o formaggio fuso).

2 – Esiste parmigiano reggiano terremotato?
No. Le strutture possono essere terremotate. Il formaggio marchiato parmigiano reggiano segue tutte le procedure previste per la Dop ed è soggetto ai rigidi controlli di certificazione

3 – Vorrei comprare del parmigiano reggiano per aiutare i caseifici colpiti dal terremoto. A chi mi rivolgo?
Il miglior modo per essere di aiuto è quello di acquistare più parmigiano reggiano, ma nel proprio punto vendita di fiducia. In questo modo i caseifici continueranno a rifornire la rete distributiva e la produzione, anche quella dei caseifici che hanno subito danni, avrà lo sbocco necessario a dare sostentamento a quanti debbono far fronte alle attuali gravi difficoltà.

4 – A seguito del terremoto ci potranno essere difficoltà nelle forniture di parmigiano reggiano sul mercato?
No. Il parmigiano reggiano, come sempre, viene prodotto secondo le rigide regole del Disciplinare di produzione della Dop, marchiato dal Consorzio e certificato dall’organismo di controllo. La presenza del nome parmigiano reggiano col logo forma e fetta di colore nero, il logo comunitario rotondo di colore giallo e rosso sono la garanzia che il prodotto, sia esso porzionato o grattugiato, è autentico parmigiano reggiano.
(AR)