Divino Tuscany: l’eccellenza vinicola toscana guarda agli States

Firenze – Prenderà il via giovedì 17 maggio, a Firenze, Divino Tuscany, la manifestazione ideata da James Suckling, critico della celebre rivista statunitense Wine spectator. Che ha selezionato 50 aziende toscane e che guiderà personalmente le degustazioni. L’evento, in scena fino a domenica 20, si rivolge in particolare agli States. Un mercato su cui Suckling ha le idee molto chiare: “Il consumatore statunitense da sempre apprezza i vini di Antinori, tra questi il Solaia, oppure grandi etichette come Masseto e Sassicaia”, afferma il critico. “Gli americani, però, sono anche grandi amanti del Brunello e io segnalerei Valdicava e Casanova di Neri, che producono un ottimo vino e negli anni passati hanno ottenuto entrambe 100 punti, il massimo, da Wine Spectator”.


ARTICOLI CORRELATI