Eataly: sempre più lontano lo sbarco in Borsa

Milano – La quotazione in Borsa di Eataly si allontana ancora. Il nuovo stop è da ricondursi alla notizia che Andrea Guerra, pur restando presidente, lascerà le deleghe operative, che verranno quindi affidate a Nicola Farinetti, figlio del fondatore del gruppo Oscar, che resterà amministratore delegato. Poiché Guerra era diventato presidente esecutivo di Eataly nel 2016 per volere di Oscar Farinetti proprio con l’obiettivo di portare la società sul mercato azionario di Piazza Affari, è molto probabile che tale operazione sia ora a un binario morto. Andrea Guerra ha dichiarato: “Lascio la presidenza operativa con la consapevolezza che si è compiuto il percorso disegnato con il supporto degli azionisti per rafforzare la società nel mondo”.


ARTICOLI CORRELATI