Enoteca Pinchiorri, all’asta una collezione di bottiglie da 3,3 milioni di euro

Firenze – Si aggira intorno ai 3,3 milioni di euro il ricavato della vendita all’asta di una selezione della cantina dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze. Da Zachys, a Londra, sono state 2.500 le bottiglie vendute, tutte scelte personalmente da Giorgio Pinchiorri e suddivise in 864 lotti. Al top tra i lotti italiani, una 15 litri di Masseto dell’annata 2014, battuta a 18.600 sterline, poco più di 20mila euro. Un’imperiale de Le Pergole Torte Riserva Montevertine 1990 è stata aggiudicata a 6.450 euro e due magnum di Barolo Bartolo Mascarello 1990 – Etichetta d’Artista a 4.800 euro. A spuntare le quotazioni maggiori sono stati però i vini francesi, su tutti tre bottiglie di Vosne Romanee Cros Parantoux 1985 di Henri Jayer, aggiudicate a 80.600 euro, quindi una magnum di Musigny 1990 di Georges Roumier, battuta a 51mila euro e un’imperiale di Petrus 2009 a 45.700 euro. Due bottiglie di Romanee Conti 1990 del Domaine de la Romanee Conti sono infine state aggiudicate per 43mila euro.


ARTICOLI CORRELATI