ESTERI
Barry Callebaut presenta CacaoFruit Experiences

San Francisco (Usa) – Una novità che sfrutta il 100% del frutto del cacao. A distanza di due anni dal lancio di Ruby Chocolate (la versione rubino del cioccolato, oggi in vendita in oltre 50 paesi, con 75 marchi), il colosso svizzero Barry Callebaut lancia sul mercato un’ulteriore innovazione. Si chiama ‘Cacaofruit Experiences’ ed è una nuova categoria dolciaria che, per la prima volta, utilizza l’intero frutto del cacao. Se fino a ora il 70% delle fave veniva scartato, con questa innovazione il team di ricerca & sviluppo della multinazionale è riuscito a sfruttare ogni componente (anche la buccia, che è ricca di nutrienti; la crosta, che può anche essere macinata per fare la farina per i brownie; il succo della polpa, fresco e fruttato, ideale come dolcificante naturale). Oltre al cioccolato, si possono realizzare anche succhi, frullati, gelati, dessert surgelati, prodotti da forno, pasticceria e snack. Tutti prodotti “gustosi e nutrienti, oltre che buoni per il pianeta e la sua gente”, ha spiegato Antoine de Saint-Affrique, Ceo di Barry Callebaut, durante la presentazione a San Francisco. In particolare, l’introduzione sul mercato del cioccolato Wholefruit – disponibile nelle due varianti con o senza latte (foto) – è prevista negli Usa con i nuovi prodotti a marchio CaPao, firmati Mondelez. Nel maggio 2020 arriverà poi una nuova linea per i produttori di cioccolato artigianale, mentre lo sbarco in Europa dovrà seguire l’iter di approvazione normativa.


ARTICOLI CORRELATI