ESTERI
Mosca revoca l’embargo su carne e verdura destinate agli alimenti per l’infanzia

Mosca (Russia) – Il Governo russo ha annunciato la revoca dell’embargo su “carne bovina, pollame e sottoprodotti, nonché verdure surgelate e verdura secca, destinati alla produzione di alimenti per bambini”, recita il decreto governativo n°472 del 27 maggio 2016, riportato dal portale d’informazione Eurasiatx. Il ministero dell’Agricoltura avrà comunque il compito di approvare la destinazione d’uso dei prodotti importati, nonché di stabilire il volume delle importazioni autorizzate. L’import di suddetti prodotti è ora consentito da Stati Uniti, Unione Europea, Canada, Australia, Regno Unito, Norvegia, Ucraina, Albania, Montenegro, Islanda e Liechtenstein. Solo pochi giorni fa, durante un incontro con gli industriali russi, il premier russo Medvedev (foto) aveva annunciato la sua intenzione di estendere l’embrago alimentare fino al 2017: “I nostri produttori hanno detto in diverse occasioni che vogliono mantenere l’embargo alimentare sui prodotti agricoli provenienti da quei Paesi che hanno imposto o si sono uniti alle sanzioni contro la Russia. Annuncio che ho dato istruzioni per elaborare proposte sull’estensione delle misure di risposta alle sanzioni, ma non per un ulteriore anno, bensì fino alla fine del 2017”.


ARTICOLI CORRELATI