Fiamberti: ritorna, con l’annata 2015, il Buttafuoco Storico del cru Vigna Solenga

Milano – Rinasce, con l’annata 2015 in questi giorni posta in commercio, il Buttafuoco Storico Vigna Solenga firmato Fiamberti. Un’etichetta che trae origine in uno dei più pregiati cru della piccola Valle Solinga, all’interno di un vigneto di proprietà – fin dal 1814 della famiglia di produttori di Canneto Pavese – situato sulle prime colline dell’Oltrepò Pavese orientale. La prima annata del Buttafuoco Storico Vigna Solenga risale al 1997: con una produzione media di circa 4mila bottiglie l’anno, la sua realizzazione è proseguita per le successive 10 vendemmie. Nel 2007, la scelta di un reimpianto globale del vigneto. Con la nuova vigna Solenga che, dopo otto anni di attesa, solo nel 2015 è stata giudicata pronta per dar vita a un Buttafuoco degno della lunghissima tradizione che la caratterizza. Il Buttafuoco Storico Vigna Solenga è il frutto della vinificazione congiunta di quattro uve autoctone: Croatina (50%), Barbera (40%), Uva rara (5%) e Ughetta di Canneto (5%). La vinificazione avviene in vasche di cemento, usando lieviti indigeni con la tecnica del pied de cuve. Dopo la svinatura, è affinato per circa due anni e mezzo in legno: una parte in barrique di rovere di Allier con diversi gradi di tostatura a fuoco e a vapore, e una parte in tonneau di rovere di Allier, Cher, Tronçais e Vosges. Dopo l’assemblaggio delle botti, infine, il Vigna Solenga riposa per sette mesi prima di essere pronto alla commercializzazione.


ARTICOLI CORRELATI