Il Baby Bonus Brazzale sulla prima pagina di Famiglia Cristiana

Zanè (Vi) – Conquista anche la prima pagina di Famiglia Cristiana l’iniziativa del Baby Bonus Brazzale (foto) a sostegno della maternità. Ed è solo l’ultimo dei tanti riconoscimenti che l’azienda di Zanè (Vi) ha ricevuto nelle ultime due settimane, da quando ha annunciato l’adozione di questo bonus, che consegna ad ogni dipendente, maschio o femmina, una mensilità media, pari a 1.500 euro, per ogni nuovo nato. Il premio, che viene consegnato anche in caso di adozione, non richiede nessun adempimento burocratico, se non la presentazione del certificato di nascita e due anni di anzianità nell’azienda, e viene erogato nel primo stipendio utile dopo la nascita del figlio. Incredibile l’eco mediatica suscitata dal Baby Bonus: dalla prima pagina di Famiglia Cristiana e Repubblica a diversi articoli su testate nazionali e internazionali, oltre a interviste radiofoniche e televisive per il presidente, Roberto Brazzale, fra cui quella di Uno Mattina, mercoledì 22 marzo. A seguito dell’iniziativa, che sui social sta raccogliendo migliaia di commenti e adesioni, due parlamentari hanno presentato proposte di legge per defiscalizzare il Baby Bonus erogato dalle aziende, nella speranza che altri imprenditori seguano questo esempio. A non esprimere nessun commento, incredibilmente, solo i sindacati italiani.


ARTICOLI CORRELATI