Il Pecorino sardo etico solidale arriva in Slovenia e Croazia

Cagliari – Il Pecorino etico solidale sbarca in Slovenia e Croazia. E si appresta a conquistare i mercati dell’est e degli Stati Uniti. Lo rivela Il Sole 24 Ore. Il prodotto è il risultato di un accordo commerciale siglato nel 2017 tra pastori e trasformatori, Coldiretti Sardegna e Biraghi con l’obiettivo di riconoscere ai pastori il giusto prezzo della materia prima. La Cooperativa pastori Dorgali fornisce dunque ogni anno 1.300 quintali di pecorino alla Biraghi, azienda casearia cuneese, che produce la confezione di 100 grammi di grattugiato composto dal 70% da pecorino di latte munto e trasformato in Sardegna e 30% del vaccino Biraghi. Il prodotto è già presente in circa 85 punti vendita della catena Plodine in Croazia, mentre sono già in partenza i primi ordini per supermercati Tuš in Slovenia. Ad avere maggiore successo il formato da 60 grammi. “Gli altri mercati riguardano la Costa Azzurra e il resto della Francia e poi l’est europeo e gli Stati Uniti dove c’è già stato un campo esplorativo”, spiega Luca Saba, direttore Coldiretti, al Sole 24 Ore.


ARTICOLI CORRELATI