In scena oggi l’Assemblea di Assolatte. 2011 da record per il settore caseario

Milano – Il settore lattiero caseario continua a garantire produzione, occupazione e ricchezza sul territorio. E si conferma, nonostante la crisi, settore leader dell’agroalimentare nazionale. Questo il quadro emerso oggi nel corso dell’Assemblea annuale di Assolatte, in scena a Milano. Il fatturato totale alla produzione del lattiero caseario, nel 2011, ha raggiunto quota 15 miliardi di euro. Dati positivi anche in materia di export: il 2011, infatti, mostra una crescita del 3,8% a volume e del 15% a valore. Pari a oltre 282mila tonnellate di formaggi esportati, ovvero il 28% della produzione nazionale, per un controvalore prossimo ai 2 miliardi di euro. “In poco più di dieci anni siamo riusciti a capovolgere il saldo della bilancia dei pagamenti: se nel 2011 era negativo per oltre 22 milioni di euro, oggi il saldo è positivo per oltre 225 milioni di euro”, ha commentato il presidente di Assolatte, Giuseppe Ambrosi. Tra i mercati di destinazione dei formaggi italiani, al primo posto resta la Francia, con il 21% dell’export complessivo e una crescita pari al 9,6%. Seguono Germania (13%) e Stati Uniti (10%). In prima fila anche Regno Unito e Svizzera, paese dove il consumo pro capite di formaggi italiani si attesta a oltre 2 chili.
(AR)


ARTICOLI CORRELATI