Inalca: presentato a Roma il protocollo per migliorare il benessere animale

Roma – E’ stato presentato oggi a Roma, presso la Sala Trevi, il protocollo messo a punto da Inalca (Gruppo Cremonini) in collaborazione con Coldiretti, con lo scopo di migliorare la cura e la salute degli animali da allevamento. L’iniziativa è frutto di un progetto biennale promosso dalla Regione Lombardia e cofinanziato per un terzo da Inalca. L’attività di studio ha coinvolto direttamente due aziende, Agricola Marchesina e Agricola Martinelli, attive nel settore bovino da ingrasso rispettivamente nelle province di Milano e Bergamo. Spiega Luigi Scordamaglia, ad di Inalca: “Grazie a questo progetto, il benessere animale diventa misurabile in termini reali e concreti, offrendo dati utili per la gestione sostenibile di un allevamento di bovini da carne, un vero e proprio esempio di ciò a cui vuole tendere tutta la filiera italiana”. L’obbiettivo è estendere gradualmente questo protocollo anche ai 15mila allevamenti italiani che riforniscono l’azienda. All’incontro, concluso da un saluto del cavalier Luigi Cremonini, hanno partecipato, tra gli altri, Ettore Prandini, presidente di Coldiretti; Giovanni Sorlini, responsabile Qualità, Sicurezza e Sviluppo Sostenibile di Inalca; Carlo Angelo Sgoifo Rossi, dell’Università di Milano, in qualità di coordinatore del progetto; Silvio Borrello, direzione generale sanità e farmaci veterinari Mipaaft e Gaetano Pennocchio, presidente Federazione nazionale veterinari.

In alto: una foto scattata durante il convegno


ARTICOLI CORRELATI