La forma dell’acqua, realizzato innovativo packaging polimerico

Roma – L’oro blu si veste di un nuovo abito. Un gruppo di ricercatori dell’Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti (Cnr-Isasi), dell’Istituto di polimeri compositi e biomateriali (Cnr-Ipcb) e il Center for Advanced Biomaterials for Healthcare dell’Istituto italiano di tecnologia di Napoli (Cabhc-Iit) ha scoperto un nuovo processo che permette di rivestire volumi di acqua o di materiali gelatinosi a base acquosa. Si tratta di una soluzione polimerica che, a contatto con la superficie da racchiudere, si adatta alla forma del liquido e consente di sigillarlo con una pellicola sottilissima e biodegradabile. Tra le possibili applicazioni della recente invenzione figura l’agroalimentare. “Per garantire il funzionamento di complessi processi industriali e di trasformazione, quali quelli della farmaceutica e dell’agroalimentare, ci si aspetta che i risultati di queste ricerche trovino applicazione in molte fasi dei più diversi ambiti”, spiegano i ricercatori. Il processo è molto semplice e innovativo, sarà pertanto possibile realizzare rivestimenti con proprietà modulate in funzione dell’applicazione finale.

Tags: , , ,

ARTICOLI CORRELATI