Moratti (Amica Chips): “La junk food tax? Una follia”

Castiglione delle Stiviere (Mn) – Alfredo Moratti, titolare della “fabbrica di patatine”, Amica Chips interviene in merito alla junk food tax. E lo fa con un’intervista rilasciata a Il Giornale, domenica 29 aprile. “Si rende conto? – afferma rivolgendosi al giornalista, Stefano Lorenzetto – hanno ventilato una tassa di un euro su ogni chilo di prodotto finito. Per noi vorrebbero dire 75mila euro al giorno. Che si aggiungono agli oltre 4 milioni di euro fra imposte dirette e indirette, che già siamo costretti a versare ogni giorno. Una follia”. L’azienda lombarda vanta un fatturato di 70 milioni di euro, una quota di mercato del 26%, che sale al 38% in Area 2, ed esporta in 21 nazioni, inclusi i paesi islamici. La produzione avviene nello stabilimento di Castiglione delle Stiviere, in parte anche in Spagna, a Valencia, e in Inghilterra, vicino a Brigton. Nei piani di sviluppo, l’intenzione di costruire una nuova linea nello stabilimento lombardo. Progetto che sembra costretto a naufragare, dopo la proposta, della junk food tax avanzata nei giorni scorsi dal Governo.


ARTICOLI CORRELATI