L’alimentazione e l’invecchiamento precoce. I dati dell’Osservatorio nutrizionale grana padano

Milano – L’Osservatorio nutrizionale grana padano ha reso noto la sua ultima indagine sullo stile di vita degli italiani e i suoi riflessi sull’invecchiamento precoce. La ricerca, condotta su un campione di 1453 persone (23% maschi, 77% femmine), suddivise in tre fascie d’età, ha verificato quanto l’assunzione bilanciata di cibi nutritivi e l’attività fisica possano diminuire il rischio di contrarre malattie nel corso della vita. Dai dati riguardati l’alimentazione, emerge che il 18% degli intervistati tra i 18-30 anni non assume pesce (rispetto al 9% degli individui sopra i 60 anni). Il 98% degli over 60 assume giornalmente verdura e frutta (rispetto all’80,5% dei ragazzi). I legumi non sono molto graditi ai ragazzi; il 16% non li consuma (rispetto al 10 % dei sessantenni). L’olio d’oliva, inoltre, è il condimento preferito dopo i 60 anni.