Mamma li turchi!

Cernobbio (Co) – Una ‘black list’ dei prodotti alimentari più pericolosi per la salute. A stilarla, naturalmente, è stata Coldiretti. Il dossier, realizzato sulla base delle rilevazioni dell’ultimo rapporto Sistema di allerta rapido europeo (Rasff) – che registra gli allarmi per rischi alimentari verificati a causa di residui chimici, micotossine, metalli pesanti, inquinanti microbiologici, diossine o additivi e coloranti – è stato presentato lo scorso 20 ottobre a Cernobbio, nel corso del Forum internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione organizzato da Coldiretti. “Sono 2.925”, spiega in una nota l’associazione, “gli allarmi scattati nell’Unione europea con la Turchia che è il paese che ha ricevuto il maggior numero di notifiche per prodotti non conformi (276), seguita dalla Cina (256) e dall’India (194), dagli Stati Uniti (176) e dalla Spagna (171)”. Per numero di allarmi fatti scattare nel 2016, al quarto posto della classifica si trovano i peperoni provenienti dalla Turchia che, spiega Coldiretti, “ha fatto registrare contaminazione oltre i limiti consentiti di pesticidi, mentre preoccupante è la situazione della frutta secca, come i pistacchi provenienti dall’Iran e i fichi secchi dalla Turchia, che sono rispettivamente al quinto e sesto posto, entrambi fuori norma per la presenza di aflatossine”. Le prime reazioni non si sono fatte attendere, come sottolinea il portale d’informazione ItaliaFruit News. Pare infatti che il dossier sia giunto sulla scrivania di Seyit Torun (foto), vice presidente del Chp, il Partito popolare repubblicano turco, che ha rivolto una dura missiva a Coldiretti. Seyit Torun si fa anche portavoce dell’associazione turca dei produttori ed esportatori di nocciole, che si sono detti “infastiditi e preoccupati” anche per il risvolto economico che la ‘black list’ di Coldiretti potrebbe avere sulla nocciola turca.

Di seguito, la classifica completa dei “cibi più pericolosi” secondo Coldiretti:

I cibi più pericolosi                           Motivazione

Pesce dalla Spagna (96)                       metalli pesanti in eccesso (mercurio e cadmio)

Dietetici/integratori da USA (93)           ingredienti e novel food non autorizzati

Arachidi dalla Cina (60)                         aflatossine oltre i limiti

Peperoni dalla Turchia (56)                  pesticidi oltre i limiti

Pistacchi dall’Iran (56)                           aflatossine oltre i limiti

Fichi secchi dalla Turchia (53)              aflatossine oltre i limiti

Carni di pollo dalla Polonia (53)           contaminazioni microbiologiche (salmonella)

Nocciole dalla Turchia (37)                   aflatossine oltre i limiti

Arachidi dagli USA (33)                          aflatossine oltre i limiti

Pistacchi dalla Turchia (32)                   aflatossine oltre i limiti

Peperoncino dall’India (31)                   aflatossine e salmonella oltre i limiti

Albicocche secche da Turchia (29)       solfiti oltre i limiti

Noce moscata da Indonesia (25)          aflatossine oltre i limiti, certificato sanitario carente

Carni di pollo dai Paesi Bassi (15)        contaminazioni microbiologiche