Melegatti ha ripreso la produzione. La gioia dei lavoratori e la campagna sui social

Verona – E’ ripresa questa mattina la produzione nello stabilimento di Melegatti. Per la gioia dei lavoratori e degli estimatori. La micro campagna natalizia, che ha come obiettivo la produzione di 1 milione e 575mila pandori e panettoni, si concluderà il 10 dicembre e consentirà al brand dolciario di essere sugli scaffali della grande distribuzione anche per le prossime festività. L’altra buona notizia è che, durante l’incontro pomeridiano con i sindacati, l’azienda ha confermato di voler pagare in anticipo, secondo le modalità indicate dal tribunale di Verona, gli stipendi di novembre e dicembre ai dipendenti, che erano senza retribuzione da agosto. E proprio i dipendenti hanno lanciato sui social la campagna #NoiSiamoMelegatti promuovendo l’acquisto dei prodotti e raccogliendo favori da parte dei consumatori. “Lo sentiamo questo attaccamento dei veronesi alla Melegatti”, ha dichiarato al Corriere del Veneto il direttore generale, Luca Quagini, portavoce dei nuovi vertici aziendali. “E devo dire che ci incoraggia e inorgoglisce. Per questo, vista anche l’eccezionalità del momento, abbiamo contattato i nostri clienti invitandoli a incrementare i propri ordini anche oltre i piani previsti. La nostra intenzione, che secondo me si avvererà, è quella di protrarre la produzione anche al di là del 10 dicembre, aggiungendo quindi ulteriori giorni di lavoro”. E dopo? Il percorso di risanamento è lungo.

 

Melegatti torna al lavoro