Modificato il Dm 309/2011 sui limiti per le contaminazioni da prodotti fitosanitari in agricoltura biologica

Roma – Teresa Bellanova ha firmato il decreto che aggiorna i limiti delle contaminazioni accidentali e tecnicamente inevitabili da fosfiti nella frutticoltura e viticoltura biologica. Il Decreto, siglato dopo l’accordo con le rappresentanze del settore e in Conferenza Stato Regioni, adegua i limiti previsti dal DM 309/2011 per i residui di acido fosfonico, in assenza di contemporanea rilevazione di acido etilfosfonico, nei prodotti da colture arboree. Prevede, infatti, una deroga fino al 31 dicembre 2022 per i residui di acido fosfonico con il limite di 1 mg/kg per le colture arboree. Inoltre, per le produzioni vinicole si applica per l’acido etilfosfonico il limite di 0,05 mg/kg. Il decreto verrà pubblicato nei prossimi giorni, in seguito alle verifiche della Corte dei Conti.


ARTICOLI CORRELATI