Mukki: è guerra sul possibile ingresso di Granarolo

Firenze – Il possibile interessamento di Granarolo ad entrare nella compagine azionaria di Mukki (La centrale del latte di Firenze, Pistoia e Livorno) fa discutere. Tra i tanti contrari anche Tommaso Grassi, capogruppo di ‘Firenze riparte a sinistra’ con Sel, Fas e Prc: “Siamo molto preoccupati dalle notizie che circolano intorno alla vicenda. La centrale del latte, oltre che rappresentare un’azienda storica a cui tutti i fiorentini sono legati, ha legami col territorio e sostiene l’economia dell’intero Mugello. Non può in alcun modo essere sacrificata in nome del mercato. Venderla agli speculatori di turno vorrebbe dire sottoporla a regole che non sono mai state di interesse della centrale del latte”. A stretto giro di posta anche la risposta di Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo, nel corso di un convegno a Bologna. “E’ paradossale che dicano di voler fare il bando, noi rispondiamo e loro si arrabbiano. Ora i comuni soci si metteranno d’accordo sull’operazione, faranno il bando e noi risponderemo”.


ARTICOLI CORRELATI