Nasce una rete d’impresa per il latte caprino sardo

Cagliari – Cis, Banca di credito sardo e Amalattea, leader nazionale del settore caprino, hanno raggiunto un’intesa per costituire una rete d’imprese per il latte caprino sardo. Il progetto, per un’importo complessivo di 50 milioni di euro, coinvolge 12 nuovi allevamenti sardi con l’obiettivo di incrementare la produzione, fra cui la cooperativa sociale Ponte di Paolo Laudicina, che opera per il reinserimento dei detenuti. “Proponiamo contratti d’acquisto a cinque anni con prezzo minimo garantito fra i 62 e 65 centesimi a litro e investimenti di qualità”, ha dichiarato Maurizio Sperati, amministratore delegato di Amalattea. “Le capre potranno produrre otto milioni di litri di latte, si potrà così evitare di ricorrere ad altri paesi europei per soddisfare la domanda interna. Ma perché ciò accada occorrono strutture ed infrastrutture, private e pubbliche, per rilanciare una filiera agricola recentemente trascurata che deve essere ammodernata”.

(AR)


ARTICOLI CORRELATI