Nestlé: sviluppato un nuovo inchiostro commestibile per la stampa a iniezione sui dolci

Douglassville (Usa) – Stampare a iniezione sui prodotti alimentari usando solo ingredienti noti ai consumatori? Da oggi si può. Grazie a Nestec, il ramo ricerca e sviluppo di Nestlé, che ha presentato domanda di registrazione per un brevetto che permetterà di stampare sul rivestimento di dolci come gli Smarties, ma anche cioccolato e biscotti. L’azienda ha infatti spiegato che, fino ad ora, la stampa a iniezione era una pratica scoraggiata nell’industria alimentare, perché richiedeva l’uso di ingredienti poco graditi come glicerolo ed etanolo. Nestec ha invece ideato un inchiostro commestibile privo di queste sostanze, che utilizza uno speciale dolcificante naturale a base di carboidrati, mischiato ad acqua e colorante, che aderisce alla superficie del dolce come una colla. E che, naturalmente, incontra il consenso dei consumatori, sempre meno inclini ad acquistare prodotti il cui contenuto è a loro sconosciuto.


ARTICOLI CORRELATI