Nuova legge sul bio, le associazioni incontrano i capigruppo al Senato di Pd e Gruppo Misto

Roma – La nuova legge sul biologico, in attesa di approvazione del Senato da oltre un anno, rischia di subire sostanziali modifiche, che equiparerebbero il metodo di coltivazione biologico ad altre forme di agricoltura sostenibile. Sarebbe inoltre eliminato il riconoscimento del biologico come attività di importanza strategica per l’agricoltura italiana e per la tutela dell’ambiente, insieme all’obiettivo dell’incremento delle superfici condotte con questo metodo. “Già in occasione del passaggio dei lavori e della discussione al Senato, le pressioni di alcuni gruppi d’interesse hanno tentato di ostacolare l’approvazione del Ddl”, denunciano Aiab, AssoBiodinamica e FederBio. “Serve ora una rapida approvazione del testo”. Per questo motivo, nella giornata di ieri, le tre associazioni hanno incontrato i capigruppo di Pd e Gruppo Misto che hanno ribadito che lo sviluppo del biologico rientra nel programma di governo e hanno assicurato che il testo della legge non subirà sostanziali emendamenti.


ARTICOLI CORRELATI