Parma: chiesto il tavolo di crisi per la chiusura annunciata da Froneri

Parma – Froneri annuncia la chiusura dello stabilimento produttivo di Parma. Le organizzazioni sindacali chiedono l’apertura di un tavolo di crisi regionale. A meno di un anno dalla nascita del nuovo colosso dei surgelati, nato dalla collaborazione paritetica tra Nestlé e la britannica R&R, gli addetti alla produzione di gelati commercializzati con marchi quali Antica gelateria del Corso rischiano la mobilità. Una notizia inaspettata, soprattutto a fronte di una rassicurazione scritta, in mano ai sindacati dal mese di luglio, in cui l’azienda smentiva categoricamente l’ipotesi di chiusura. “È la prima volta che nel nostro territorio un’impresa si comporta senza alcun rispetto per le relazioni industriali e attuando comportamenti palesemente disonesti e ingannevoli”, si legge nel comunicato diffuso da Fai, Flai e Uila, che hanno ricevuto mandato “di intraprendere ogni iniziativa utile ad ottenere l’annullamento della procedura di licenziamento collettivo”. Dichiarato lo stato di agitazione, il blocco degli straordinari e delle flessibilità, oltre al proseguimento del volantinaggio in centro città e di un corteo, il 6 ottobre, di tutti i lavoratori di settore.

Foto: Gazzetta di Parma