Previsioni Ue 2030: forte crescita della produzione di formaggi e burro

Bruxelles (Belgio) – Crescita dei prodotti lattiero caseari e dei cereali, ma minor consumo di carne. Lo prevede la Commissione europea, che ha pubblicato un report sulle prospettive agricole dell’Ue con un’analisi generale e nel dettaglio per il 2019-2030. Per quanto riguarda i formaggi, i requisiti di sostenibilità porteranno a una moderata crescita della produzione di latte nell’Ue, che passerà dagli attuali 168 milioni di tonnellate nel 2019 a 179 milioni di tonnellate nel 2030. Tuttavia le pratiche agricole porteranno a una maggiore produzione con una mandria minore (prevista nel 2030 da 1,4 milioni di bovini), con il vantaggio di una riduzione delle emissioni. Il 24% del latte in più sarà destinato alla trasformazione, per far fronte a una crescita della domanda globale e all’aumento dell’uso industriale interno. In diminuzione il consumo di latte alimentare nel medio termine, mentre aumenterà la domanda di burro, con una produzione che potrebbe passare dagli attuali 2,5 milioni di tonnellate a quota 2,7 milioni. In forte crescita anche la produzione di formaggio: da 10,8 milioni di tonnellate nel 2019 a 11,5 milioni di tonnellate nel 2030. L’Ue rimarrà il principale fornitore globale di prodotti lattiero-caseari.


ARTICOLI CORRELATI