Sardegna (5): Coldiretti sale sul carro della protesta. Manifestazione domani a Montecitorio

Milano – Anche Coldiretti sale sul carro della protesta del movimento dei pastori sardi che da quattro giorni sta infiammando la regione a suon di blocchi, proteste, sversamenti di latte, attacchi ad aziende e autotrasportatori (leggi qui). Scrive oggi il presidente Ettore Prandini sul suo profilo Facebook: “Domani mattina, 12 febbraio, sarò in piazza Montecitorio a Roma con gli agricoltori olivicoltori colpiti dalle pesanti calamità e con i pastori sardi, strozzati da un prezzo per il latte di pecora indegno e illegale. Non c’è più tempo da perdere nell’affrontare le drammatiche emergenze che hanno messo in ginocchio decine di migliaia di famiglie”. In realtà, il movimento dei pastori sardi, da sempre, sfugge all’incasellamento all’interno di Coldiretti, nonostante i ripetuti tentativi condotti negli anni, rivendicando l’autonomia dalle associazioni di categoria. Il tentativo coldirettiano di mettere i colori giallo-verdi alla protesta non sembra aver riscosso particolare consensi nemmeno questa volta, a giudicare dai commenti che si leggono nei gruppi degli allevatori su Facebook. E infatti, in una nota ufficiale diffusa da Coldiretti, si parla dei pastori sardi che saranno a Montecitorio come di una ‘delegazione ospitata alla manifestazione.


ARTICOLI CORRELATI