Terremoto: da Mps plafond di 50 milioni euro per le aziende colpite

Reggio Emilia – Banca Monte dei paschi di Siena approva una serie di iniziative di natura finanziaria a favore delle imprese colpite dal terremoto residenti nelle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova. In particolare, per le aziende con sede operativa nelle zone colpite dal sisma e appartenenti a tutti i settori di attività, compreso l’agroalimentare, l’allevamento ed il lattiero caseario, è stato istituito un plafond di 50 milioni di euro, sia in forma individuale che societaria. Obiettivo: favorire la ristrutturazione e la ricostruzione degli immobili, il ripristino di impianti, macchinari, della dotazione di bestiame e delle scorte di prodotti caseari. Prevista anche la sospensione delle rate, fino a un massimo di 12 mesi, per i finanziamenti a medio e lungo termine (mutui, finanziamenti chirografari, agrari), con l’allungamento della vita degli stessi per un periodo corrispondente alle rate prorogate. Potranno essere prorogati di quattro mesi i prestiti agrari di conduzione con scadenza entro il 31/08/2012.
Deliberato anche l’anticipo, con durata massima di 12 mesi e fino all’80%, di eventuali contributi pubblici deliberati e di rimborsi assicurativi per il settore lattiero caseario. Il Gruppo Montepaschi, inoltre, ha aperto un conto ad hoc per le popolazioni colpite dal terremoto. Chiunque voglia contribuire può recarsi presso le filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena, Biverbanca e Banca Antonveneta ed effettuare un versamento sul conto corrente ‘pro-terremotati Emilia Romagna maggio 2012’ – coordinate bancarie ‘COD. IBAN IT 60 X 01030 14200 000008622257’.
(AR)