Vinitaly: edizione 2018 sempre più internazionale, green e digital

Roma – Presentata ieri a Roma la 52esima edizione di Vinitaly, manifestazione in programma a Veronafiere dal 15 al 18 aprile prossimi. Una kermesse sempre più internazionale, green e digital. Spazi sold out già dal dicembre scorso. Incoming di delegazioni commerciali selezionate da 58 Paesi. Aumentato del 25% il numero degli espositori esteri presenti all’interno del padiglione International Wine Hall. Questi gli highlights principali dell’evento che, si prevede, attirerà a Verona operatori professionali provenienti da 140 nazioni. Cresce l’offerta green, con le aree ViVIT, VinitalyBio e Fivi. Ma la grande novità 2018 è l’innovativa directory online, con 4.319 espositori da 33 Paesi e 13mila vini iscritti ad oggi, che consente un matching b2b tutto l’anno attraverso un portale informativo in italiano, inglese e cinese. Cesura sempre più marcata tra la fiera business nel quartiere e le iniziative di Vinitaly and the City dedicate ai wine lover in città, a Verona e, quest’anno, in tre borghi suggestivi della provincia: Bardolino, Soave e Valeggio sul Mincio.

 

In foto, un’istantanea dalla presentazione di Roma. Da sinistra: Michele Scannavini, presidente di Ice-Agenzia, Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, Andrea Olivero, viceministro del ministero delle Politiche agricole, Maurizio Danese, presidente di Veronafiere, e Federico Sboarina, sindaco di Verona.


ARTICOLI CORRELATI