Cecilia Malmström (commissario Ue al commercio): “Impatto positivo del Ceta”

Bruxelles (Belgio) – Il commissario europeo al commercio (uscente) Cecilia Malmström (in foto) fa il punto sugli effetti del Ceta, l’accordo di libero scambio tra Ue e Canada in vigore dal 2017 in modalità provvisoria. Nel suo discorso, il commissario che lascerà il posto a Phil Hogan traccia un bilancio più che positivo del trattato: “L’accordo conferma il suo concreto impatto positivo sull’Unione europea e sul Canada. Nel 2018 le esportazioni di merci dell’Ue in Canada sono aumentate del 15%, pari a 5,3 miliardi di euro, rispetto alla media delle esportazioni dei tre anni precedenti”. Il discorso, come riporta Agricolae, è stato pronunciato in occasione del seminario organizzato in occasione del secondo anniversario. Spiega il commissario uscente: “L’accordo dimostra che l’Ue e il Canada sono pronti a difendere l’apertura del commercio mondiale. Ora ci concentriamo sull’attuazione”. Tra i principali beneficiari dell’accordo ci sono il settore farmaceutico, con un aumento del 29% delle esportazioni, il settore dei macchinari e delle attrezzature meccaniche, con un aumento del 16% e il settore automobilistico con un +11%. “Per quanto riguarda i prodotti agroalimentari”, prosegue, “le esportazioni dell’Ue in Canada sono aumentate del 7% nel 2018, pari a 231 milioni di euro, collocando il Canada all’ottavo posto tra i destinatari delle esportazioni agricole dell’Unione europea. Le esportazioni di formaggi sono aumentate del 33%, la pasta e la pasticceria del 16% e il vino del 10%”.


ARTICOLI CORRELATI