Clai: 250mila pasti donati grazie alla collaborazione con Banco Alimentare

2023-12-06T16:34:11+01:006 Dicembre 2023 - 16:34|Categorie: Salumi|Tag: |

Imola (Bo) – Anche quest’anno Clai rinnova la collaborazione con Banco Alimentare che permetterà di donare, come ormai da tradizione, 250mila pasti alle persone in difficoltà attraverso le strutture caritative convenzionate. L’impegno di Clai si è concentrato per la maggior parte (una quota dell’80% dell’intero contributo, pari a 200mila pasti) su un territorio particolare, quello dell’Emilia-Romagna, colpito dalla drammatica alluvione di maggio. 

“Di solito la nostra iniziativa solidale di fine anno non ha una destinazione geografica specifica”, sottolinea Giovanni Bettini, presidente Clai, “ma questa volta abbiamo voluto che il contributo di Clai facesse emergere anche un messaggio forte: non si faccia mai l’errore di lasciare indietro chi ha subito i danni maggiori in un territorio investito con tale violenza. Per tante persone, più passano i mesi e più aumentano le difficoltà a cui si deve fare fronte. Servono più che mai attenzione, empatia e altruismo. Desidero quindi ringraziare i nostri amici del Banco Alimentare per averci offerto fin da subito tutta la loro straordinaria disponibilità per sostenerci in questo nuovo obiettivo solidale”.

Da sempre all’interno della Cooperativa imolese c’è la convinzione che la bontà di ogni prodotto debba corrispondere a una generazione di benessere più generale per la comunità.“E proprio la parola ‘comunità’ riveste un significato centrale nell’identità di Clai – spiega Gianfranco Delfini, direttore marketing – perché ha molto a che fare con il tema della ‘sostenibilità umana‘ che noi cerchiamo di testimoniare con forza in ogni frangente del nostro agire quotidiano. La bella collaborazione con il Banco Alimentare, che si è rafforzata anno dopo anno, valorizza al meglio questo concetto perché ci permette di creare iniziative sul territorio che danno vita a reali connessioni umane, attraverso le quali si espande anche la base di ‘amici’ pronta a fare qualcosa di utile insieme. Una sorta di ‘contagio del bene'”.

Torna in cima