Finocchiona Igp: trend positivo anche nel 2018

2019-02-19T17:06:13+01:0020 Febbraio 2019 - 08:30|Categorie: Salumi|Tag: |

Firenze – Continua il trend positivo della Finocchiona Igp, sia in Italia sia all’estero. Nel 2018 il mercato interno resta quello preponderante, con una quota pari al 70,2%. Ma cresce anche l’export, pari al 28,8%, dove la Germania resta il primo paese di riferimento con il 20,6% del prodotto certificato e immesso sul mercato. In termini di volume, sono stati prodotti quasi 1,4 milioni di Kg di Finocchiona Igp (+7,3% sul 2017). Segna un netto incremento anche il prodotto porzionato e confezionato sottovuoto: +25,8% rispetto al 2017, con oltre 343mila confezioni, pari a più di 457mila chilogrammi di prodotto. In calo invece le vaschette, con 2,8 milioni di pezzi (-9,81%). Sul mercato, la distribuzione della Finocchiona è ripartita con circa 48,5% del prodotto venduto a pezzo intero, mentre poco più del 31,7% è andato sul mercato confezionato sottovuoto, e il 19,7% affettato e confezionato in vaschetta. Numeri che, tradotti in valore economico, stimano per il 2018 una cifra di 10,7 milioni di euro alla produzione, e oltre 18,5 milioni di euro alla vendita. L’anno scorso, il 95,5% della produzione è stato di Finocchiona Igp, mentre la doppia certificazione di qualità della Finocchiona Igp di Cinta Senese Dop registra circa lo 0,4%. Molto interessanti i dati registrati dal prodotto certificato biologico: sono stati infatti circa 60mila kg di Finocchiona Igp bio, pari al 4,1% del prodotto immesso sul mercato.

Torna in cima