Gelato confezionato: nei primi nove mesi del 2021 +52,9% nell’out of home e -0,4% in Gdo

2021-12-22T11:20:43+02:0022 Dicembre 2021 - 11:20|Categorie: Dolci&Salati|Tag: , , , |

Milano – Un anno positivo quello del gelato confezionato. Secondo i dati raccolti dall’Igi (Istituto del Gelato Italiano), nei primi nove mesi del 2021 le vendite di gelato industriale nel nostro Paese hanno fatto segnare un incremento del +3,2% rispetto all’analogo periodo del 2020. In particolare, emerge una forte ripresa dei volumi di vendita nell’out of home, dove si registra un aumento del +52,9%. Per i consumi fuori casa si tratta di un ‘rimbalzo’ fortemente atteso dopo la brusca contrazione avvenuta nel 2020 a seguito delle restrizioni imposte alle attività del settore Horeca. Sostanziale stabilità, invece, nel canale retail, che segna -0,4%. Le vendite nella Gdo, che nel 2020 avevano in parte beneficiato dell’incremento nei consumi domestici e degli acquisti ‘per scorta’, sono rimaste pressoché invariate, con una piccola diminuzione rispetto al boom dello scorso anno. Analizzando le singole tipologie di gelato confezionato, si osserva che nell’out of home spopolano le confezioni singole da passeggio (+65,8%), lo sfuso (+35,8%) e le specialità da tavola in confezione singola (+19%). Nel canale retail, invece, si registra l’andamento sostenuto dei multipack (+4,1%), che è andato a compensare la flessione nelle vendite di vaschette e secchielli (-6,4%).

 

Torna in cima