Il Galles vuole vietare gli energy drink ai minori di 16 anni

2022-06-22T13:01:26+01:0022 Giugno 2022 - 14:08|Categorie: Beverage|Tag: , , , , |

Cardiff (Uk) – Tra le ultime iniziative annunciate dal governo gallese nell’ambito della lotta all’obesità infantile, ci sarebbe anche la proposta di vietare la vendita di energy drink ai minori di 16 anni. Secondo quanto riferisce la Bbc, infatti, il governo riterrebbe l’alto contenuto di zucchero e di caffeina non adatti al consumo da parte dei ragazzi. La proposta prevede inoltre il divieto di aprire takeaway nelle aree vicine alle scuole, così come quello di installare dispositivi di refill gratuito per le bevande zuccherate o di offrirle a prezzi stracciati. L’iniziativa andrebbe a confermare l’impegno intrapreso già nel 2018, quando il governo britannico propose di vietare la vendita degli energy drink agli under 18, senza però riuscirci. Dal canto loro, le associazioni dei produttori sottolineano che le confezioni di energy drink recano già una scritta per segnalare come questi prodotti non siano adatti ai bambini. Inoltre, nonostante l’attuale assenza di obblighi di legge, alcune catene della Grande distribuzione nel Regno Unito per politica interna già non vendono questo tipo di bevande a minori di 16 anni. Le consultazioni sulla proposta di legge saranno chiuse il 1° settembre, dopodiché la parola passerà ai parlamentari.

Torna in cima